domenica 21 agosto 2016

Appuntamento a Gangi, borgo dei borghi, dove si danno case gratis e si celebra il mito della dea Demetra


Se non fossi capitato per caso sul prestigioso sito del New York Times non avrei scoperto che Gangi, un comune di 6.952 abitanti, sulle Madonie, in provincia della città metropolitana di Palermo fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia tanto da essere proclamato nel 2014 “Borgo dei borghi” e che il 16 marzo il comune ha emesso un avviso pubblico per l’assegnazione di immobili vetusti devoluti gratuitamente dai proprietari per finalità turistiche, ricettive o abitative, ovvero per avviare attività commerciali e imprenditoriali in quell’antichissimo paesino tra i monti delle Madonie. Quindi se per caso, tra quelli disponibili vi interessa l’edificio in via Carità n. 14 lato valle di 3-5 vani su due piani, affrettatevi, sul sito del comune troverete le istruzioni per l’assegnazione! La risposta all’iniziativa è stata buona: più di 100 case sono state date via, e tutte o quasi a siciliani o italiani innamorati della Sicilia, e per altre 200 c'è una lista in attesa di essere valutata.
Ma Gangi, scenograficamente disposto su quella che da lontano sembra essere una parete perfettamente verticale è famoso perché dopo il raccolto del grano, nella seconda settimana di agosto, celebra la Sagra della Spiga che

giovedì 18 agosto 2016

Al Museo del Mare per un’estate in blu

A ventitre anni dalla sua prima istituzione come Antiquarium Navale, Il Museo del Mare e della Navigazione Antica di Santa Severa con una veste completamente rinnovata ed arricchita sul piano degli spazi espositivi, dell’allestimento e dei contenuti ci invita nel suo suggestivo borgo medievale a una serie di imperdibile appuntamenti con l’iniziativa “Estate in Blu”. In calendario fino al 25 settembre astronomia, archeologia, musica,

sabato 13 agosto 2016

Il rilievo in 3D, la nuova frontiera per l’archeosub


La Soprintendenza del Mare della Regione Siciliana ha puntato gli occhi, o meglio gli obiettivi, sul relitto romano di Acitrezza posato sul fondo tra i 65 e gli 80 metri, segnalato per la prima volta nel 2011, ottenendo millecinquecento “scatti” utillizzati per creare il primo eccezionale rilievo tridimensionale per analizzare il relitto in tutti suoi aspetti. L’utilizzo dei modelli 3D rappresenta infatti per l’archeologia subacquea la nuova frontiera del rilievo tecnico; la velocità di esecuzione e la precisione nella restituzione nonché la fedeltà nella rappresentazione

mercoledì 27 luglio 2016

Cinque, anzi sei libri da leggere o da rileggere, secondo Simone Perotti

Simone Perotti si può dire che è di casa nella nostra Libreria. Più volte è stato nostro ospite per presentare suoi libri. in attesa di presentare quello che uscirà a ottobre, Rais, un grande romanzo sul mare, la pirateria, l’avventura della navigazione e della vita, ambientato nel secolo d’oro delle scoperte e delle scorribande corsare, il ‘500, gli abbiamo chiesto quali sono i libri che secondo lui vanno assolutamente tenuti in barca. Simone ci ha risposto con questa mail che volentieri pubblichiamo.
Per me i libri, quelli che si scrivono e quelli che si leggono, fanno parte della vita. In terra e in mare. Io sono uno scrittore e un marinaio, nell'ordine, dunque non posso vivere senza libri e senza mare. Anche se a bordo leggo poco, a dire il vero, perché il mare e la navigazione, soprattutto in

domenica 24 luglio 2016

Da non credere, le Balenottere in vetrina! Grazie alla ceramista Rossella Capuano


La Balenottera comune (Balenoptera physalus) ancora non si è vista nel Santuario dei Cetacei Ligure, tanti gli avvistamenti di branchi di stenelle e tursiopi, ma per le balenottere è presto, bisogna aspettare agosto. Nella nostra libreria però, ne sono arrivate delle particolarissime, sono esposte in vetrina, in via del Vantaggio 19 (near piazza del Popolo). Sono le ultime creazioni della ceramista palermitana Rossella Capuano. La ricordate? ve l’abbiamo presentata il maggio scorso per parlare dei suoi particolarissimi pesci in ceramica realizzati con la tecnica Raku nata in Giappone nel XVI secolo per esaltare l’armonia e la bellezza delle forme di piccoli oggetti di uso comune. Infatti la sua origine

sabato 16 luglio 2016

L’Academy Award 2016 alla nostra Libreria

In occasione della cinquantasettesima edizione della Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee, la nostra Libreria ha ricevuto il prestigioso premio Ustica Award 2016 con la seguente motivazione: ” Per svolgere da oltre quarant’anni – prima con la fondatrice Giulia D’Angelo, poi con suo figlio Marco Firrao – un’attività complessa da negozio concettuale dedicato al Sesto Continente. Le mostre itineranti, la particolare attenzione per l’archeologia subacquea con corsi e convegni, il catalogo online oltre al settimanale Maremagazine, fanno della Libreria un autentico centro culturale di notorietà internazionale.”
La Rassegna si è svolta a Ustica dall’1 al 3 luglio e  Sebastiano Tusa presidente  dell’Accademia ha consegnato i Tridenti d’oro e gli Ustica Award 2016.  Marco Firrao, destinatario del premio non ha potuto partecipare alla cerimonia a causa di un lutto in famiglia e ha delegato sua madre Giulia a ritirare il premio: la Targa, il piccolo Tridente d’Oro e la Pergamena.

domenica 10 luglio 2016

Palazzo Florio ospita la nuova mostra di Giovanna Guccione


La mostra di Giovanna Guccione “Favignana, poesia e magia del passato” nasce dalla stessa  ispirazione che, nel 2012, ha l’ha indotta a  riprodurre nei suoi ritratti i volti dei Rais (Gli sciamani del mare) che, dal 1850 in poi, hanno guidato la Tonnara di Favignana. Obiettivo di tale scelta era quello di riportare  alla memoria della Comunità favignanese i volti di uomini carismatici, veri e propri sciamani del mare che, con la loro presenza, hanno connotato un’epoca rimasta nella mente e nel cuore degli isolani come un’epoca favolosa. Nella mostra attuale Giovanna Guccione passa dai volti degli uomini al paesaggio e ad angoli poco conosciuti per richiamare l’attenzione su piccole emergenze in parte scomparse o destinate a scomparire se una maggiore attenzione verso gli aspetti più identitari

giovedì 7 luglio 2016

La storia del falco pescatore nel progetto della sua reintroduzione nel Parco della Maremma

Era dagli anni Venti che non nidificava nelle isole dell'Arcipelago Toscano e dalla fine degli anni Sessanta in Sicilia e in Sardegna. Sembrava proprio che non avesse più voglia di trovare un posto sicuro per mettere al mondo la sua prole. Poi, nel 2004, un drappello di coraggiosi appassionati, forte dei successi di reintroduzione del magnifico rapace in Inghilterra, ha deciso di provarci puntando tutto sulla foce dell'Ombrone nel Parco Regionale della Maremma. Il direttore del parco Giampiero Sammuri, ideatore e fondatore del progetto, insieme al giovane naturalista Flavio Monti, al biologo Andrea Sforzi, all’appassionato illustratore Alessandro Troisi, al

domenica 26 giugno 2016

Una serata speciale per presentare la Storia della Querina

Nella foto, da sinistra: Giulia D’Angelo, Giampaolo Buonfiglio,
Franco Fortunato e Fabrizio Carbone
Nella serata di giovedì 23 per la presentazione del nuovo nato La storia della Querina nelle tavole del maestro Franco Fortunato, The History of the Querina, si respirava un’aria molto particolare. Lo si è capito dagli interventi che si sono succeduti e dai racconti di due dei protagonisti della serata.

sabato 25 giugno 2016

A Favignana un evento per ricordare Luca Sonnino

Sul nostro blog Giulia nell’ottobre 2010 vi ha raccontato la storia di Luca Sonnino Sorisio e del suo Rapsodia Blu un inno al mare, una rapsodia che non si ascolta, ma si legge tutto d’un fiato e si sfoglia mille volte”, e nel settembre 2015 vi abbiamo dato la notizia della sua tragica scomparsa.
Ora invece vi presentiamo Rapsodia Blu trasformato in evento in memoria di Luca, una mostra che sarà inaugurata a Favignana presso l’ex-Stabilimento Florio il prossimo 1° luglio e sarà esposta fino al 30 settembre. Il mare, la sua bellezza, la protezione delle risorse e delle antiche tradizioni di Favignana sono quanto propongono le fotografie nel polo museale simbolo di archeologia industriale, ma fino a qualche decennio fa centro di lavorazione del tonno proveniente dalla locale tonnara.