lunedì 27 maggio 2019

Parigi 2024, prove di vela olimpica


Laser
Mentre gli atleti si allenano per le prossime Olimpiadi di Tokyo 2020, il World Sailing's Council, massimo organismo decisionale per la vela olimpica, ha preso decisioni importanti su imbarcazioni e attrezzature da utilizzare nelle prove di vela olimpica di Parigi 2024.
Nel corso dell'incontro di metà anno concluso a Londra, in Gran Bretagna il 19 maggio il Laser, deriva monotipo per una persona di equipaggio, è stato selezionato nella sua categoria, sia per uomini che donne, come anche il Kitesurf Formula IKA, tavola che ha per vela un aquilone, per il Kiteboard maschile e femminile e il 470, deriva monotipo per due persone, per equipaggi maschili e femminili.
Laser standard maschile
La raccomandazione del Board di selezionare la RS: X come windsurf da uomo e da donna è stata respinta ed è stata richiesta una nuova selezione. Inoltre è stata confermata anche la procedura per la selezione dell'imbarcazione d’altura a chiglia fissa per due persone nelle categorie uomini e donne, ancora da individuare. La selezione andrà fatta entro il 31 dicembre 2020.
Inoltre il World Sailing ha decretato che tutte le classi devono avere concluso gli accordi FRAND (Anti-Trust) entro l’ 1 agosto 2019, altrimenti si sceglierà un'altra classe tra le selezionate. L'unica classe realmente interessata da questo requisito è proprio il Laser, che è attualmente prodotto da un unico marchio.
La vela partecipa alle Olimpiadi fin dalla costituzione dei Giochi moderni nel 1896, anche se in quella edizione, per il maltempo, l’evento fu annullato.
Le classi veliche che parteciperanno alle prossime Olimpiadi di Tokyo. In Giappone nel 2020, saranno 10, tra derive, windsurf e multiscafi: Finn e Laser Standard,
entrambi con una persona di equipaggio, negli eventi per equipaggi maschili, e il Laser Radial nelle regate per donne.
RS Aero
Per gli equipaggi a due la deriva 470, maschile e femminile, poi la deriva ad alte prestazioni 49er (maschile) e 49erFX (femminile), il multiscafo Nacra 17 e il windsurf RS:X, tutte sia per uomini che donne. Anche i criteri di qualificazione saranno gli stessi adottati per i Giochi di Rio 2016, con la sola variante del totale degli atleti, che sarà di 350 unità suddivise equamente in 175 uomini e 175 donne.
La decisione di Londra è stata una sorpresa. Infatti, come da indicazioni del Comitato per i Giochi Olimpici, per scegliere la deriva monotipo per singolo erano state fatte delle selezioni, conclusesi a Valencia 16 marzo 2019, fra quattro imbarcazioni derive monotipo per singolo: Laser, Devoti.0, RS Aero e Melges 14, alla fine delle quali il Board per la vela olimpica aveva proposto alla Federvela mondiale l’RS Aero per entrambi gli eventi, maschile e femminile.
RSAero
Caratteristiche per la scelta erano individuate in: accessibilità al mercato, standardizzazione delle attrezzature, facilità di conduzione, possibilità di utilizzare sullo stesso scafo attrezzature veliche variabili per uomini, donne e giovani equipaggi. Nella città di mare spagnola, ospiti del Real Club Nautico de Valencia, i velisti di nove nazioni hanno provato per una settimana i quattro monotipi, sotto la supervisione dell’Equipment Committee che, nel suo rapporto al World Sailing's Council, aveva raccomandato l’RS Aero.
Giovanni Cespa