martedì 29 ottobre 2019

TERZA EDIZIONE DELL’OCEAN FILM FESTIVAL


Veramente ardua, al momento del voto, la preferenza da accordare a uno dei cortometraggi, tutti di altissimo livello, presentati nell’edizione 2019 dell’Ocean Film Festival al cinema Moderno a Roma il 16 ottobre, spettacolo di oltre due ore di proiezione, in cui i protagonisti vivono incredibili avventure sotto e sopra le acque.
Nove i titoli a concorso, di cui ben quattro dagli Stati Uniti (Adventure is calling, Manry at sea, Surface e Surfer Dan), due dall’Australia (Emocean e Namanu Rruni-Albatross Island), uno ciascuno da Argentina (Southern Right Whale), Canada (I am fragile) e Gran Bretagna (Forever). Avventura, Wildlife, Immersioni, Surf e Arte le sezioni. 

venerdì 25 ottobre 2019

Salutiamo Lucio Messina, il gentiluomo inventore del Tridente d’Oro

Lucio Messina è morto una settimana fa. È andato a raggiungere la sua adorata Maricetta. Si è spento nel sonno silenziosamente. Da vero gentiluomo, senza disturbare nessuno, come era il suo stile. È stato lui, circa 60 anni or sono, ad inventarsi la Rassegna della Attività Subacquee di Ustica con il premio Tridente d’Oro, facendo così conoscere la piccolissima isola a numerosissimi subacquei di tutto il mondo. Ustica per me era una chimera.
Nella foto Lucio Messina con Giulia nel 1999
Negli anni 70, le comunicazioni con l’isola da Palermo erano scarse e, per prendere il traghetto, era necessario dormire un giorno nella capitale siciliana. Se per caso il mare era mosso, il traghetto non partiva. Quindi quando Lucio Messina, che ormai da anni organizzava la Rassegna, venne a trovarmi a Roma, nella Libreria Internazionale Il Mare, gli raccontati delle difficoltà che incontravo per raggiungere l’isola. Lucio mi disse: ti inviterò

martedì 22 ottobre 2019

Il 6 novembre in libreria per un viaggio nel Mediterraneo antico

Mercoledì 6 novembre 2019 alle ore 18,30 presso la Libreria Internazionale Il Mare in Via del Vantaggio 19  Carlo Ruta e Francesco Tiboni presentano il loro volume Viaggio a Cartagine – Edizioni di Storia e Studi Sociali – dove si parla di un viaggio nel Mediterraneo antico partendo dall’Oriente. Giovanna Corradini, direttore della Casa editrice, ha intrapreso una bella, coraggiosa e faticosa iniziativa con la collana Mediterraneo e Storia, collaborando con autori importanti e documentati in archeologia e storia del Mediterraneo antico; Viaggio a Cartagine è l’ultimo volume di una lunga serie. Iniziativa coraggiosa perché pubblicare libri in questo periodo in Italia e in Sicilia, a Ragusa in particolare, ci vuole coraggio e amore per il proprio paese e la cultura. Per questo la Libreria Internazionale Il Mare collabora alla presentazione dei volumi pubblicati da questa piccola casa editrice. Libri che troviamo molto utili e interessanti, pieni di notizie, a un prezzo molto contenuto, che ci fanno ripercorrere i secoli di storia e di cultura della nostra Italia e dei popoli del Mediterraneo. In Viaggio a Cartagine, Carlo Ruta, storico e saggista, e Francesco Tiboni archeologo subacqueo e navale accompagnano i lettori in questo viaggio, partendo dalla terra di Canaan, dove si soffermano alla ricerca della civiltà del mondo fenicio per approdare a Cartagine mentre espande la sua civiltà in Occidente.

mercoledì 2 ottobre 2019

Incontri con gli autori: Civiltà egee alla scoperta dell'Occidente di Massimo Frasca e Dario Palermo

Mercoledì 16 Ottobre alle ore 18:30 presso i locali della Libreria Internazionale Il Mare in via del Vantaggio, 19 Roma presenteremo il nuovo volume di Edizioni di Storia e Studi Sociali
Civiltà egee alla scoperta dell'Occidente: viaggi, esplorazioni, colonizzazioni
Saranno presenti i due autori e massimi esperti dell'argomento
Massimo Frasca, docente di archeologia classica, Università di Catania e Dario Palermo, direttore della Scuola di specializzazione in Beni Archeologici, Università di Catania i quali dialogheranno con la professoressa Irene Berlingò, archeologa, già dirigente Mibact e Soprintendente della Calabria.
"Entrambi gli autori si sono formati in Sicilia pubblicando i maggiori corpora di materiali delle facies siciliane indigene contemporanee alla colonizzazione greca.