venerdì 26 agosto 2011

Una nevicata da ricordare

Quel dieciassette di dicembre era anche un venerdì ma Fulvia, che non è per niente superstiziosa, ha pensato soltanto alla straordinarietà dell’evento: la neve a Ostia! 
Fulvia Bernacca
Intendiamoci non stiamo parlando di quelle nevicate che in un paio d’ore scaricano a terra trenta centimetri di soffice coltre bianca, ma di una spolverata giusto sufficiente a imbiancare ogni cosa sui lungomare del Lido di Ostia, che, ricordiamo ai distratti, è il XIII Municipio di Roma, ovvero uno dei tanti quartieri della nostra amata città.

Comunque per Fulvia agguantare la sua Nikon D700 e mettersi in macchina per precipitarsi da Palocco, dove abita, sul lungomare è stato un tutt’uno! 
Destreggiandosi con grandangoli, tele e zoom, prima che un pallido sole sciogliesse quella poca neve, scattò tutto lo “scattabile” che quello straordinario evento offriva ai suoi occhi. Ora, dopo quasi otto mesi e con quasi quaranta gradi di differenza, ci dà l’occasione di ammirare una selezione di quelle fotografie. 


Sono sei panelli 50x75 centimetri che dalla prossima domenica, e fino al 4 di settembre, saranno esposti in una location di tutto rispetto, parliamo dell’Aran Blu Hotel, un modernissimo quattro stelle che si affaccia sul lungomare, con vista sul porto turistico. Le fotografie, tutte stampate rigorosamente in bianco nero, hanno restituito quella magica atmosfera che lei ha vissuto quella mattina di dicembre.
Fulvia, ha un cognome importante, Bernacca, figlia di Paolo e Paola, ha 24 anni, una laurea in Scienza del Costume, presto abbandonata per motivi “contingenti” che tutti conosciamo (precarietà, disoccupazione giovanile, temi del prossimo sciopero generale indetto dalla CGIL per il prossimo 5 settembre), per dedicarsi con tuta la sua giovanile passione alla fotografia. Anche questo un mondo per niente facile da abbordare, che però offre i suoi spazi soprattutto se “armati” di sensibilità e creatività. E Fulvia queste doti le ha tutte, conoscendo il padre io credo che sia un fatto genetico…
Ovviamente le fotografie che avrete occasione di ammirare Fulvia le mette in vendita. Il prezzo non lo ha ancora reso pubblico, ma sicuramente sarà adeguato, specie per la serie limitata stampata su carta cotone baritata nel formato 30 per 40.
Ma. Bi.