mercoledì 5 dicembre 2018

Un’opera inossidabile in due volumi e un’imponente documentazione fotografica

L’autore di Baglietto Varazze è l’architetto milanese Piero Maria Gibellini presidente della Riva Historical Society. I volumi sono numerati da 1 a 100 sul cofanetto la targhetta d’acciaio numerata e firmata. Quella in libreria è la copia numero 45. Oggetto dei due volumi è una ricerca storica, puntualmente ricostruita e ampiamente documentata, sulla vita dei famosi cantieri Baglietto di Varazze e della famiglia proprietaria dalla fondazione al 1983. Una vita che è permeata dagli eventi storici Italiani, legata alla Marina Militare Italiana per i famosi M.A.S. e gli idrovolanti, alla nascita della motonautica da competizione, alle regate a vela nelle classi metriche. Infine una storia famosa per la produzione in serie, nel dopoguerra, di yacht a motore. Così, accanto alla scorrere della storia in cantiere, anno per anno, si raccontano i personaggi, con gli eventi connessi e le vittorie nelle regate. A corredo di quest’opera inossidabile, un’imponente documentazione fotografica d’epoca e attuale e di disegni originali di piani e particolari costruttivi. Completano i volumi i registri d’archivio e di produzione.
Pietro Baglietto nasce nel 1841 a Varazze. Nel 1854 fonda il “suo” cantiere nel capanno di un orto a cento metri dal mare e costruisce piccoli scafi di gozzi e canotti. Ben presto si orienta verso lo yachting iniziando a costruire imbarcazioni da diporto. Fino al 1890 il cantiere Baglietto è un cortile all'interno dell'abitato di
Varazze, lontano dalla spiaggia. Ottenuta la prima concessione di arenile e grazie anche alla nascita dei primi Yachting Club, molti appassionati cominciano a fare a gara per possedere un'imbarcazione targata Baglietto. La prima barca da regata è il cutter Rosy, lungo 7,50 m., seguito nel 1889 dalla Barchetta. Nel 1891 il famoso yacht Miss Mary, modificato da Baglietto, diventa campione di regata. È l’inizio di una lunga serie di trionfi storici nel settore delle imbarcazioni da competizione.Dietro ogni progetto, vi è sempre il lavoro e l'impegno di tante persone. Donne e uomini dalle elevate competenze e professionalità che rappresentano la chiave del nostro successo.
Crediamo nelle sfide, nel miglioramento continuo delle nostre performance, crediamo nelle persone , il nostro vero valore aggiunto"