mercoledì 18 maggio 2016

I pesci delle Seychelles tra arte e scienza, ce lo racconta Luca Marini


Luca è il terzo da sinistra
Anche Luca Marini è un assiduo frequentatore della Libreria il Mare il “non-negozio, pieno zeppo di amici, dove ci si prende per mano con semplicità… dove i clienti in realtà sono amici, che hanno tutti in comune una passione e un amore intenso, per il mare.” E per spiegarla questa passione Luca così si presenta nel suo blog:
Che il detto latino nomen omen , il destino nel nome, sia veritiero, io ne sono una dimostrazione vivente: ho imparato a sguazzare nei mari prima che a camminare, mi sono laureato in Scienze Naturali con una tesi sui Parchi Marini, Dottore di Ricerca in Biologia Evoluzionistica con un lavoro sui Mammiferi Marini, sono stato responsabile di un’Area Protetta Marina per circa dieci anni. Ho fondato l’Accademia del Leviatano, un'associazione ONLUS per lo studio dei mammiferi marini in libertà. Da anni disegno e dipingo con varie tecniche, acquerello, tempera, acrilici, illustrazioni di carattere naturalistico, concentrandomi, in particolare sugli animali e sugli ambienti marini. 
E, a proposito, San Luca è considerato il patrono dei pittori...
Quindi cade a fagiolo la storia che ci ha fatto conoscere e che vi presentiamo:
Nel 2013, un nutrito gruppo di artisti naturalisti italiani (più una inglese), radunati sotto le insegne di Ars et Natura, una associazione di pittori che nasce dal desiderio di coniugare attivamente Natura e Cultura, e con la collaborazione del governo locale, è partito alla volta delle isole Seychelles con l’intento di ritrarre le meraviglie ambientali di quei luoghi incantati, sia per divulgarli al pubblico italiano sia per mostrare ai turisti che non sono solo mare, sole e spiagge bianche. Uccelli, tartarughe giganti, foreste, ma anche spiagge, graniti e mercati sono stati rappresentati in centinaia di opere. 
La maggior parte di esse sono raccolte in un bellissimo volume pubblicato lo scorso anno dalla Pandion Edizioni (dell’amico Alessandro Troisi), mentre una selezione degli originali è stata esposta in diverse mostre a Roma e Milano e, lo scorso anno, come logica conclusione del percorso, è rimasta esposta per alcuni mesi nella capitale delle Seychelles, Victoria.
Luca in versione sub
Del gruppo di lavoro ha fatto parte anche Luca Marini, biologo marino, subacqueo da sempre e disegnatore per passione, partito con il proposito di riprendere la fauna sottomarina. Essendo già stato nella zona pochi anni prima, aveva già idea di quello che se ne poteva tirare fuori. E così, armato di macchina fotografica subacquea, nel corso di una dozzina di immersioni, sia in snorkeling che con gli autorespiratori, assieme all’amico Carlo Castellani, illustratore professionista e grande esperto di pesci, ha ripreso oltre un centinaio di specie ittiche oltre a svariati invertebrati come echinodermi, molluschi, coralli ed a numerose tartarughe marine. In qualche caso, utilizzando una carta speciale e normali matite, sono stati presi appunti e disegni direttamente sott’acqua.
Al ritorno in Italia, utilizzando le immagini riprese sul posto, sono state realizzate diverse opere utilizzando tecniche anche molto diverse, come acquerelli, tempere, acrilici, inchiostri, aereografo, matite. Inoltre, per quanto riguarda l’aspetto scientifico, è stata realizzata una banca dati delle specie osservate, divise per area, data e note comportamentali osservate. Questi dati potranno essere, in futuro, di notevole utilità per il monitoraggio della fauna marina locale.
Pesci soldato
Ma, oltre alle opere di carattere più consueto, Luca Marini ha pensato di realizzare dei veri e propri taccuini di viaggio subacqueo, avviando la realizzazione di alcuni “Volumi” dedicati alle specie incontrate nelle diverse aree di immersione. Questi taccuini riportano ciascuno, su un lungo foglio piegato a fisarmonica, una ventina di illustrazioni di pesci realizzate ad acquarello e tratte direttamente dalle foto scattate, conservando così le reali colorazioni e le pose naturali degli animali osservati. Ciascuna illustrazione riporta, oltre al nome scientifico della specie, una breve descrizione del comportamento degli animali. Per ora sono stati realizzati due “Volumi” ma ne sono in progetto altri dedicati anche agli invertebrati. Degli originali sono state realizzate le riproduzioni in tiratura limitata, vendute come un libretto, con una copertina dal titolo che richiama quelli dei lavori di esplorazione scientifica dell’ottocento: “Catalogo necessariamente sommario ed incompleto dei Pesci osservati nelle acque dell’Arcipelago delle Seychelles”.
Tartaruga embricata
L’idea è quella di poter offrire, con un’opera artistica, un supporto agli appassionati di snorkeling e di immersioni che si rechino nelle acque dell’Oceano Indiano, per aiutarli a riconoscere e comprendere le specie più facili da osservare.
Nei giorni scorsi uno dei “Volumi” è stato selezionato, tra alcune centinaia di opere proposte da tutto il mondo, per partecipare alla esposizione FOCUS ON NATURE, un concorso molto prestigioso di pittura dedicato a lavori di illustrazione naturalistica giunto ormai alla quattordicesima edizione, che si terrà, negli Stati Uniti a partire dal prossimo dicembre, presso l’Istituto Roger Tory Peterson a Jamestown, nello stato di New York : per l’autore, una grandissima soddisfazione. 

Per ulteriori informazioni :
http://pandion-edizioni.blogspot.it 
http://lucamarini.webstarts.com/