venerdì 12 dicembre 2014

Il mitico Aquarama per giocare e sognare

L'Aquarama Toys
Una grande esclusiva per la nostra libreria: ha calato l’ancora e ora è ormeggiato in bella vista nella grande vetrina su via del Vantaggio un Riva Toys: il mitico Aquarama. Un modello giocattolo in miniatura per farvi divertire e giocare con le più belle barche Riva. È il primo di una serie, ogni modellino è realizzato con la passione, la precisione e l’attenzione che distinguono le barche Riva; per questo ogni modellino è stato fatto con i legni più pregiati di mogano e frassino, gli stessi materiali utilizzati per le sorelle maggiori. Gli esperti di nautica sanno che le materie prime rappresentano l’anima dell’imbarcazione. Ecco perché da sempre Riva utilizza solo i materiali migliori, di cui ne conosce tutti i segreti.
Tra le decine di modelli di barche prodotti nei 170 anni di storia del Cantiere Riva, ne sono stati scelti, giocoforza, solo 4, anzi 4+1. Due barche storiche – Ariston e Aquarama – e due barche simbolo dell’evoluzione – Aquariva e Rivarama. E poi… non poteva certo mancare l’unico esemplare con le ruote. Il mitico camion Riva, quello che nel passato, attraversando in lungo e in largo tutto lo stivale, ha trasportato centinaia di barche.
Glii 11 pezzi per montare Aquarama
Per il lancio dei Riva Toys sono state scelte location di prestigio a Bologna, Milano e in 3 capitali europee. A  Roma, quella ideale, scusate la modestia, è la Libreria Internazionale il Mare. Gli undici pezzi per assemblare l’Aquarama Toys e navigare con la fantasia sono racchiusi in una elegante scatola di cartone (sedili, pozzetto anteriore, cuscini prendisole, murata destra, murata sinistra. motori, opera viva).
Il modellino è in vendita per € 140.

Ogni legno ha la sua anima, questi sono quelli utilizzati per realizzare ii giogattoli.
Il Frassino
L’albero di Frassino, può raggiungere il metro di diametro e superare i trenta di altezza in due secoli di vita, si adatta a qualsiasi tipo di terreno, ma cresce bene nelle prossimità dei corsi d’acqua, su terreni umidi, in pianura o ad altitudini non troppo elevate, possibilmente in aree soleggiate. Il legno di frassino è largamente utilizzato perché è robusto e nello stesso tempo leggero e flessibile.
Piuttosto chiaro, va dal biondo tenue, al rosa fino al bruno pallido, con eventuali sfumature di verde.
Le murate in mogano
Il mogano
Il vero mogano è quello coltivato nell’America tropicale e nelle Antille, gli altri provengono da piante diverse appartenenti alla stessa famiglia. È un legno molto duro, compatto, pesante e facile da lavorare. In base al colore, si parla di “mogano chiaro” e “mogano scuro”, a seconda che presenti un colore tendente al giallo-rosa o al rosso-bruno, e si parla invece di “mogano rosso” per un legno dal colore più deciso. La varietà di colore è anche influenzata dall’invecchiamento.
L’Acero
In Italia è diffuso soprattutto al nord e al centro. E’ molto comune nella pianura padana dove ne crescono spontaneamente 7-8 specie. L’Acero è un legno semiduro e poroso, caratterizzato da venature evidenti con fibre compatte, di colore chiaro, che spazia dal quasi bianco al giallo rosato.


 A sn. ogni modello ha il suo numero di serie e si può anche personalizzare

Dire Aquarama è come dire perfezione sull’acqua.
“Lo Stradivari delle barche” e “la regina della Costa Azzurra” sono solo alcune delle definizioni date negli anni Sessanta riferite a questo modello straordinario, da tutti considerato il più bel motoscafo al mondo. Il suo scafo, lungo dagli 8,02 agli 8,78 metri interamente di mogano e lavorato a mano, mette in luce la bellezza naturale delle venature del suo legno. Il volante, scelto dall’ingegner Riva per la sua bellezza, è ispirato alle automobili americane degli anni Cinquanta. Ogni suo particolare è inconfondibile. Ecco perché l’Aquarama più che una barca, è diventata una mito.
Nato negli anni Sessanta, Aquarama diventò una vera celebrity, un’icona della quale si innamorò presto tutto il mondo nautico; attori, campioni sportivi, celebrità dell’industria e dello spettacolo, lo desiderarono, l’acquistarono, lo sfoggiarono.
Probabilmente i favolosi anni Sessanta sarebbero stati meno favolosi senza quei
motoscafi capaci di navigare velocissimi sfrecciando per tutto il mar Mediterraneo
e dandosi appuntamento nelle località più esclusive.
Una barca, un simbolo, un mezzo d’ispirazione e di ambizione. Il nome nasce come derivato dai “cinerama”, grandi schermi cinematografici sperimentali americani di quegli anni, così lui, l’Aquarama, era pronto per diventare un cult del mondo nautico perché capace di far vivere al meglio l’immensità del mare. Fin dalla sua presentazione, nel novembre 1962, al terzo Salone Internazionale della Nautica di Milano, l’Aquarama diventa il simbolo stesso della Riva. E poi il secondo, il terzo, il quarto modello… fino ad arrivare a 784 esemplari di cui l’ultimo prodotto nel 1996 e ancora oggi sempre pronto a farsi ammirare, in tutto il suo splendore, dai tanti visitatori del
Cantiere a Sarnico. Chi pensa a una perfetta barca in legno di mogano pensa subito ad Aquarama; con i suoi potenti motori, il suo volante e le sue inconfondibili strumentazioni.
Un Aquarama in acqua...
La serie completa dei Riva Toys