domenica 16 ottobre 2011

Plisson, il pescatore di immagini

Le fotografie di Philip Plisson, il pescatore di immagini (pȇcher d’images), hanno fatto il giro del mondo. Quando nel 1991 il Ministero della Marina francese lo ha nominato Pittore della Marina, traduzione letterale di Peintre de la Marine, di lui hanno scritto: Grazie, Plisson, per scrivere nelle immagini del mare, il testo che nessuno scrittore è stato capace di scrivere. Il titolo gli dà diritto a indossare l’uniforme di Capitano di Corvetta e ad associare la celebre piccola ancora rossa alla propria firma. Tra i suoi tanti libri – celebre quello sui fari della Bretagna – Plisson considera quest'ultima opera, Il Tagliamare, di cui presentiamo la nuovissima edizione, come il lavoro più ambizioso e definitivo della sua carriera. Il libro ha avuto una lunga gestazione per un risultato di fotografie veramente sbalorditive per le quali è difficile trovare l’aggettivo giusto per descriverle.
Le figure delle prue, i tagliamare che fendono le onde, dei mastodontici cargo che Plisson chiama i Titani dei mare, sono impressionanti specie se messe a confronto dei piccoli pescherecci e di barche a vela durante una regata. Dal Queen Mary II alla portarei Charles De Gaulle il più grande omaggio al confronto tra l’uomo e il mare.
Philip Plisson
 Oggi il Plisson la Trinité, il suo gruppo di lavoro che impiega una quarantina di persone, è “ancorato” nella piccola cittadina di Trinité sur  Mere. Un gruppo che lavora e spedisce in tutto il mondo più di cinquecentomila fotografie l’anno!
Portaerei C. De Gaulle