giovedì 30 giugno 2011

Sognando Eilat con Samantha

1977, Eilat, Mar Rosso, Samantha fotografata da D. Pilosof
Il 6 luglio la nostra libreria diventa luogo d'incontro per tutti quei fotografi subacquei dilettanti e professionisti che vorranno partecipare  all’Underwater World Shoot Out, la gara di fotografia subacquea che si svolgerà in tutti i mari del mondo.
Ma sarà un mercoledì speciale perché la serata prevede anche “ricchi premi e cotillons”, tra i primi novanta ospiti della serata verranno infatti estratti a sorte dei premi. Il più ricco è offerto dal Tour Operator Agriscambi, dall’El Al e dalla catena alberghiera Isrotel nostro partner della serata: un viaggio di sette giorni a Eilat con la possibilità di immergersi con i delfini nel loro habitat naturale. 

A seguire una custodia della Diveross DRP100 per  Nikon 500 una copia del libro di Pelliconi edizioni La Mandragora L’altalena del sogno, due maschere  e quattro pinne Tecnisub, oltre a un abbonamento annuale alla rivista Mondo Sommerso. Infine la libreria farà omaggio a tutti del libro Lettera dagli abissi di Attilio D’Ariello.
L’Underwater World Shoot Out è organizzato dal grande fotografo Israeliano David Pilosof, famoso per aver realizzato nel 1977, trentaquattro anni fa, un incredibile servizio fotografico, primo nel mondo, di nudo sott’acqua a Eilat nel Mar Rosso. 



La fotomodella era una splendida ragazza australiana di ventinove anni, Samantha Bond, che per la prima volta provava immersioni profonde in apnea. Il mare era il suo grande amore, tanto che sognava di diventare una sirena, e con questo eccezionale servizio fotografico ha certamente realizzato il suo sogno.
“Quando presentai la mia idea di fotografare sott’acqua Samantha e nuda, racconta Pilosof, tutti, inclusa la modella pensarono che ero impazzito. Era qualcosa che non si era mai fatta prima. Tuttavia, io e la mia troupe abbiamo aperto una nuova frontiera nella fotografia subacquea usando l’innovazione, la creatività e l’insuperabile bellezza delle acque cristalline del Mar Rosso.”

Le due fotografie mostrano alcuni dei “trucchi” escogitati da Pilosof: i pesi fissati alle caviglie (come per i palombari) per mantenere Samantha in posizione eretta, e il “rifornimento” d’aria necessario per le apnee prolungate. Notare la ragguardevole dimensione della gorgonia che fa da sfondo.

“La prima fase fu, continua David, di insegnare a immergersi alla bellissima Samantha, e solo quando cominciò a sentirsi a suo agio iniziammo a scattare. La sfida più grande per lei fu quella di mettersi in posa a una profondità tra i venti e trenta metri, a volte anche più, circondata solo da coralli e pesci. Fu un grande successo, conclude, un episodio pionieristico nel mondo della  fotografia subacquea, che è rimasto ancora oggi unico nel suo genere.”
David Pilosof, mercoledì oltre a parlarci del suo Samantha, alcune gigantografie tratte dal libro saranno esposte in libreria, presenterà il suo concorso (in perfetto inglese, ma la traduzione simultanea è assicurata dalla nostra Francesca). Il libro che è stato pubblicato allora, purtroppo non è più in commercio, noi ne abbiamo conservato una copia che custodiamo gelosamente.

Inoltre Alberto Muro Pelliconi, membro della giuria del concorso, presenterà il suo libro capolavoro, L'altalena del Sogno specchio fedele della sua lunga militanza come fotosub in tutti i mari del mondo .
Il responsabile di Agriscambi, Cesare Maria Ortis, infine ci parlerà come Tour Operator di tutte le offerte turistiche in giro per il mondo, oltre naturalmente a presentare quelle più vantaggiose per Eilat.
Donatella Bianchi poi, grande amica della libreria che non ha bisogno di presentazioni, farà da moderatrice.
Il mondo sottomarino dell’intero globo è il teatro di
Underwater World Shoot Out, un enorme e fantastico festival che vedrà gareggiare fotografi subacquei professionisti e fotografi dilettanti per vincere i favolosi premi che sono messi in palio. Il campo di gara è rappresentato da ogni sorgente naturale di acqua: mari, oceani, laghi, fiumi, ghiacciai.
Si può partecipare alla gara fotografando nel mare che più si preferisce, e avere una splendida opportunità per godere di qualche giorno di vacanza nella località che si è sempre sognato di raggiungere. La cerimonia di premiazione del concorso, si terrà in novembre a Eilat.
Per  notizie complete sul concorso, telefona 063612091 o scrivi in libreria ilmare@ilmare.com, oppure visita il sito www.worldshootout.org

In conclusione lo chef Antonio Bonamini, farà degustare (vedi menù) i suoi finger food. Si brinderà con i vini Camponeschi. Colli Lanuvini Superiore 2010 e Malvasia del Lazio 2009. Come al solito il caffé è Morganti.


Antonio Bonamini