lunedì 30 maggio 2011

l’O’pen Bic in libreria

Marco Firrao e O’pen Bic in mostra
La libreria Il Mare mantiene le sue promesse. Lo scorso 19 aprile nel presentare su Mare Magazine l’Open Bic, una deriva di nuova concezione ispirata ai moderni skiff (una barca di origine australiana dal pescaggio minimo, dalle linee d’acqua allungate che permettono di sviluppare grandi velocità), veloce, leggera, di dimensioni contenute adattissima ai ragazzi tra i sei e i quindici anni che vogliono avvicinarsi al mondo della vela, scrivemmo “a breve potrete ammirare in Libreria, eventualmente acquistare, un O’pen Bic!”. Così anche noi siamo rimasti fulminati sulla strada di un O’pen Bic, come dimostra la fotografia che pubblichiamo.
“L’O’pen Bic piace perché fa divertire i bambini, non sostituisce l’Optimist, che va difeso a oltranza perché è l’unica vera barca a vela per ragazzi, questo invece è un giocattolo che consente di portare in barca bambini che forse sull’Optimist non ci andrebbero. È facile imparare ad usarlo, già a sei anni vanno in acqua e in poche tempo si possono fare regate.  “Ad oggi abbiamo in Italia dodici centri O’pen Bic, identici al nostro Circolo Velico Villaggio Tognazzi – dice Guido Sirolli presidente dell’Associazione Classe O’pen Bic – vere e proprie scuole vela affiliate alla FIV, con nostri istruttori.”

L’O’pen Bic è un giocattolo divertentissimo, ha scritto Guido nell’introduzione del libro “La vela è un gioco bellissimo” (viene dato a ogni bambino che si iscrive ai corsi), con cui  cominciare ad andare a vela, con un approccio basato sul divertimento, con quel giusto spirito di avventura che occorre avere quando da bambini ci si avvicina all’acqua, al vento, alla natura.”
Non vi rimane che fare un salto in Libreria – con u vostri figli – per ammirarlo da vicino, ne vale la pena…, è veramente un bel giocattolo!