lunedì 2 maggio 2011

Flaminia, una cuoca molto particolare

Flaminia è una cuoca molto particolare, ci presenta una ricetta per cucinare il pesce, quello veramente fresco, pescato in mare aperto e non d’allevamento. È molto semplice, al banco della vostra pescheria di fiducia acquistate una spigola o un sarago di circa mezzo chilo. Impastate con acqua del gesso e quando comincia a indurirsi adagiatevi il pesce, sarago o branzino che sia, senza pulire le interiora. Cospargete il tutto con del sapone e versate un altro strato di gesso, fino a ricoprire il tutto.

Più o meno come quando cucinate il pesce con il sale. Dopo una mezz’ora, quando si sarà indurito potete aprire le due parti e liberare il pesce, che ovviamente gettate nella spazzatura.
Avete però ottenuto il suo calco, chiamato anche stampo che fate seccare ben bene. Poi versate al suo interno della creta bianca liquida ed attendete qualche minuto. Riaprite le due parti di gesso e liberate la candida spigola da voi creata e “cucinatela” al forno a 970° per circa un’ora. Tiratela fuori e quando si è freddata la decorate come si deve, e qui si vedrà la vostra bravura, e la ricuocete ancora a 940° per circa 8 ore. Dopo questa cottura la rifinite con una vernice “cristallina” per ottenere un bell’effetto di lucido brillante, “et voila”, il piatto, pardon, la ceramica è servita. La ricetta è particolarmente lunga ma produce pezzi unici e realisticicome potete ammirare nelle fotografie.
La ”cuoca” artista è la giovane ceramista Flaminia Clementi appassionata subacquea, il mondo che rappresenta in ceramica lo ha visto sempre dal vivo immergendosi insieme al padre, Massimo, un grande della fotografia subacquea.
I pesci in ceramica li potete ammirare, e se del caso acquistare, nella nostra libreria. Basta una telefonata allo 063612155 per sapere quale pesce è pronto per voi…

Ma. Bi.