mercoledì 9 marzo 2011

Quando il catalogo non è un inventario bibliografico

Primo catalogo 1978
Nel corso dei suoi trentacinque anni di storia, la Libreria Internazionale Il Mare, ha stampato una ventina di cataloghi generali e parziali. Un fortunale di libri di mare. Una presenza concreta e non liquida, dell’elemento acqueo. I cataloghi fanno venire in mente ai lettori ondate di scaffali ricolmi di volumi sui pesci abissali, flotte di testi sulla storia delle navi: qui ogni cosa è mare, ma non solo libri.
Dal ponte di comando della Libreria si gestiscono i cataloghi di libri sul mare più ampi, completi e vari al mondo. Nel corso degli anni sono man mano aumentati i titoli presenti materialmente nei locali del Mare in numerose lingue: italiano, francese, spagnolo, olandese, giapponese e tedesco. Una raccolta, testimoniata dai Cataloghi, che non ha mai avuto e non ha rivali al mondo, né in America, né in Inghilterra e né in Francia e Germania. Caren Davidkhanian, giornalista corrispondente “dell’International Courier”, non riusciva a spiegarsi la presenza di questa “miniera” di cultura proprio in Italia, dove purtroppo si detiene il record europeo più basso di lettori. Eppure è nata proprio a Roma questa magnifica storia.
Il primo Catalogo uscì nel 1978, come allegato alla rivista Mondo Sommerso n. 215 e voluto dall’allora direttore Antonio Soccol. Sono poco più di duemila titoli. Non sono certamente tutti i libri che sono stati scritti sul mare. Ma sono quasi tutti un catalogo assoluto è impossibile da realizzarsi. Spesso alcuni temi molto specifici vengono trattati da autori che asse­gnano le loro opere a piccoli editori o addirittura le pubblicano in proprio.
In molti casi opere largamente conosciute ri­sultano esaurite com’era, per esempio, il caso di “Naufrago volontario” di Bombard sino a -pochì giorni or sono. Dibat­tendosi in queste difficoltà ma superandole con tenacia Giulia D’Angelo ha realizzato questo catalogo dei libri di mare: un lavoro massacrante. Ma anche un’opera totalmente inedita che Mondo sommerso - Rivista Internazionale del Mare è lieta di offrire a tutti i suoi lettori in occasione dei suoi venti anni.
I titoli dei «Libri del Mare» sono stati divisi in differenti voci in modo da semplificarne la ricerca. Per ciascuna opera è stato dato il titolo, l’autore, l’anno di pubblicazione, il numero delle pagine e il prezzo più aggiornato. Tutte le opere citate sono reperibili (in alcuni casi su ordinazione) presso la Libreria Internazionale del Mare, di via Ripetta 22 Roma.
 Nel 1981 due cataloghi parziali furono stampati in collaborazione con l”Arci” (Associazione Ricreativa Culturale Italiana).
Negli anni ’84, ’85, ’86, ’87, furono pubblicati altri cataloghi completi stampati direttamente dalla Libreria Internazionale Il Mare. Infine negli anni ’88 e ’89, grazie all’introduzione dell’informatica e al grande lavoro di Marco Firrao, le edizioni Il Mare pubblicarono, su carta, quali numeri speciali della neonata rivista Il Mare, i cataloghi di libri, video e riviste del mare completi.
Scriveva Marco Firrao nell’introduzione: “Tutto è stato elaborato dal nostro Mac, senza il quale sarebbe stato forse impossibile mettere insieme in poco tempo queste informazioni. È sempre più necessario, anche in campo librario l’uso dell’informatica per stare al passo con i tempi, anche per le piccole librerie.”
Nel 1994, nacque la mostra itinerante Libridimare, in collaborazione con la Divisione Editoria del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, per volontà dei dirigenti Elio Silvestro e Angela Padellaro. La mostra, partita da Palermo e arricchita ogni anno, diede vita a numerosi cataloghi di libri di mare soltanto italiani, negli anni: 1994 “Inventario Marino” con antiche incisioni selezionale da Gualtiero Schiaffino da libri e riviste del 1800; nel 1995 per il “Salon de livre de Concarneau”, quale supplemento al numero 51 della rivista Il Mare, tradotto anche in lingua francese; nel 1996 
supplemento al numero 53 sempre della rivista Il Mare per la mostra “Proposta per una biblioteca scolastica specializzata” in occasione di Amordimare a Piazza del Popolo; nel 1999 per la mostra Libridimare itinerante in Adriatico, sulla “Bannock” (nave storica del Cnr), supplemento alla rivista Il Mare numero 59; nel 2000 Libridimare pubblicato sul supplemento numero 60 sempre della rivista Il Mare per la mostra itinerante nel Tirreno, con scalo anche a Malta, sempre sulla Bannock; nel 2007, edizioni Il Mare, per la mostra itinerante LibridaMare sulla nave della Guardia di Finanza “Giorgio Cini” in occasione della VII settimana della lingua italiana nel mondo, con partenza da Bari e scali a Durazzo, Cattaro, Dubrovnik, Spalato, Capodistria, Trieste.
Nel 2009, edizioni il Mare, Catalogo completo di libri sull’archeologia marina per la mostra Etruschi e Fenici sul mare organizzata dal Museo del mare e della navigazione antica di Pyrgi, a Roma nel complesso del Vittoriano, dal titolo “Archeobooks in vetrina” con traduzione in lingua inglese.

I cataloghi sono stati divisi sempre in numerosi argomenti: biologia marina, acquacoltura, geofisica, polene, molluschi, archeologia, cartografia antica, cronache di tutti i tempi, folklore del mare, letteratura scrittori italiani e stranieri, storia della marina militare e mercantile, pirateria, e così via in un unico gigantesco acquario stampato. Più di cento argomenti diversi, che hanno per comune denominatore il mare e atti a soddisfare le esigenze dello studioso e del lettore comune, dello specialista e di colui che del mare ama tutto e desidera conoscere tutto. Non solo opere di consultazione, ma lavori di informazione.
Un’opera in continua evoluzione che è costata e costa a Marco Firrao e Giulia D’Angelo sempre un grande lavoro, che è possibile però grazie ad una profonda e insostituibile passione per il Sesto Continente.
“Un catalogo di libri e pubblicazioni varie non è certamente un romanzo che tiene col fiato sospeso il lettore fino al punto di impedirgli di dormire la notte, anzi, se vogliamo, può essere abbastanza noioso specie se, come spesso accade, solo un titolo su cento può risvegliare il nostro interesse ma il Catalogo Libri, Video, Riviste del Mare mi ha fatto una diversa impressione – scriveva il biologo marino Renzo Pirino – sfogliandone le pagine e leggendone i diversi titoli delle opere proposte all’attenzione del lettore, ho fatto un doppio viaggio nel tempo”
Dopo 35 anni, il lavoro continua e non sarà mai completo poiché – come dicono i mussulmani – la perfezione è solo in Allah.
Giulia D’Angelo