lunedì 13 gennaio 2020

La lunga età del legno

Giovedì 23 gennaio alle ore 18,00 presso la Libreria Internazionale Il Mare a Roma in via del Vantaggio 19, Marco Firrao presenta  La lunga età del legno, edizioni di Storia e Studi Sociali, con la presenza dell’autore Carlo Ruta.
La piccola casa editrice di Ragusa, diretta da una donna forte e intelligente, prosegue nella pubblicazione della collana che si occupa della storia del nostro Mar Mediterraneo e questa volta pubblica un volume dedicato al legno, scritto dallo studioso Carlo Ruta. Il legno è un materiale da sempre usato dall’uomo fin dalla preistoria per attrezzi vari e per la costruzione delle imbarcazioni. Il legno “è una materia debole”, come lo definisce l’autore, ma in realtà molto resistente e facile da modellare anche e soprattutto per la costruzione delle imbarcazioni. Tra i più antichi esempi di legni usati dall’Uomo, troviamo la Piroga
Monossile, custodita al Museo Preistorico Etnografico Luigi Pigorini di Roma.
Questa grande piroga è stata ritrovata in località La Marmotta presso il Lago di Bracciano. Essa risale a circa 8000 anni fa. Si trovava in un settore del villaggio, prossimo alla riva antica del lago, che si crede, sia stata l'area di carenaggio. Si dice Monossile perché ricavata dalla lavorazione di un unico tronco di legno - in questo caso - di quercia. Era incastrata in numerosi pali verticali che servivano per tenerla ferma nella fase di lavorazione. E' lunga m. 10,50 circa e larga quasi m. 1,10; l’esterno è completamente scortecciato, il fondo è piatto. Gli scavi subacquei condotti a partire dal 1989, oltre alla canoa, hanno permesso di identificare e documentare un villaggio palafitticolo di età neolitica molto ben conservato. Carlo Ruta, in questo saggio dedicato al legno, inizia dalla protostoria, come la nostra canoa, per definire un modello