Nave Italia, Il Brigantino-goletta più grande del mondo, salpa da La Spezia


Salpato da La Spezia Nave Italia, il brigantino degli equipaggi speciali

Nave Italia, Il Brigantino-goletta più grande del mondo, è salpato il 31 marzo scorso alle ore 8.00 dal Molo Lagora della base navale della Spezia per dirigersi verso l’Isola d’Elba, dopo la quale verranno Olbia e Cagliari. L’unità toccherà 13 porti italiani della costa Tirrenica e delle Isole Maggiori.

Nave Italia è un veliero armato a brigantino-goletta con due alberi principali, trinchetto e maestra, più bompresso, ed è, attualmente, il più grande al mondo per il suo armamento. Costruito nel 1993 nei cantieri navali polacchi Wiswa di Gdansk (Danzica), è lungo 61 metri, per un dislocamento di 480 tonnellate e 1301 metri quadri di superficie velica. Imbarca 22 ospiti oltre l’equipaggio (21 elementi) della marina Militare.

Nave Italia Tender To, Onlus fondata nel 2007 dalla Marina Militare Italiana e dallo Yacht Club Italiano, combatte da quindici anni ogni forma di pregiudizio sulle disabilità e sul disagio sociale, al fianco di persone che, a causa di quel pregiudizio, rischiano di finire ai margini delle nostre comunità.

Così, anche quest’anno, sono imbarcati 25 equipaggi “speciali” provenienti da tutta la penisola. Attraverso la navigazione a vela e mettendo in atto la “Terapia dell’Avventura”, si cercherà di migliorare la qualità della vita di persone con disabilità fisiche, cognitive e problematiche di inserimento sociale. 



 Questa metodologia, introdotta in via sperimentale su Nave Italia dal 2017, è indirizzata a persone con disagio psichico e sociale, nelle varie forme in cui esso si manifesta.
Molto variegati i componenti terapeutici che consentono agli operatori di sviluppare piani di trattamento personalizzati, utilizzando strumenti di terapia individuale, familiare e di gruppo, test psicologici, gestione dei farmaci, dieta sana, modelli di sonno e attività fisica regolari.

Nel tempo la Terapia dell’Avventura si è rivelata efficace per elevare il benessere dei beneficiari, sviluppandone l’autostima e le capacità relazionali.

Il mare, la vela, la navigazione, le regole della vita di bordo, gerarchia, prossimità e ascolto, sono il potente e prezioso strumento di intervento nel sociale che mira a far accrescere l’autostima e a conquistare una maggiore fiducia in se stessi.


Il sodalizio rappresenta uno dei tanti esempi di attività che la forza armata svolge a favore della collettività e della promozione della cultura del mare, in un’ottica di solidarietà che da sempre contraddistingue il grande equipaggio della Marina.


Giovanni Cespa